Dalle Associazioni

In Italia il mattone è in profondo rosso

«L'Italia è il Paese dove il mercato immobiliare è sempre più alla deriva, grazie ad una pressione fiscale inaccettabile - dichiara AldoMaccione, segretario generale nazionale Appc - tra le più alte al mondo, come denunciato già, con forza, da Appc. Qui, la crisi del mattone sembra non volersi arrestare: è quanto emerge anche dai dati forniti recentemente dall'Eurostat, considerato che le quotazioni immobiliari cavalcano un trend negativo. All'interno dell'Unione Europea, ovunque, si hanno segnali positivi e di ripresa, gli unici Paesi dove il mattone rimane in profondo rosso sono l'Italia e la Croazia».
L'attuale Governo Gentiloni e i precedenti, si legge nel comunicato Appc, dovrebbero interrogarsi sulla scellerata politica fiscale perpetrata contro la casa, che ha depresso tutto il comparto immobiliare, creando completa sfiducia nell'investimento; tutti hanno dimenticato che il Paese non può crescere se si trascura l'importanza di un settore che è il vero volano dell'economia. L'unica strada percorribile, anche da più parti autorevoli sollecitata, per un rilancio è la diminuzione e da subito, della pressione fiscale sugli immobili, prima di finire oltre il baratro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA