Dalle Associazioni

Pubblicate le nuove guide Anit per l’efficienza energetica

ANIT, Associazione Nazionale per l'Isolamento Termico e acustico, da sempre attenta a fornire al mondo professionale utili strumenti per operare sul mercato del risparmio energetico, ha di recente pubblicato le nuove edizioni del proprio documento “Guida ANIT”.
Distribuita da oltre 10 anni, la “Guida ANIT” è un riassunto ragionato dei regolamenti in vigore in materia di requisiti minimi per l'efficienza energetica e la certificazione energetica degli edifici attraverso schemi e tabelle di facile consultazione.
Alla versione nazionale (aggiornata all'ultimo DM 26/6/2015) si affiancano nel 2016 le due versioni specificatamente regionali per Lombardia (aggiornata con DDUO 6480 e Decreto 224) ed Emilia Romagna (aggiornata con DGR 967 e DGR 1275).
Il documento si sviluppa partendo da una cronistoria degli obblighi di Legge sul rendimento energetico in edilizia a partire dalla Direttiva 2002/91/CE fino all'attuale DM 26/6 del 2015.
Ampio approfondimento è dato alle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici (predisposte in conformità alle Norme EN) e al tema della validazione dei software in commercio per l'implementazione delle UNI/TS 11300.
Nella “Guida” si propone una semplice procedura “in tre passaggi” per determinare le verifiche da attuare partendo dal tipo di intervento e ricavando l'elenco delle prescrizioni da rispettare, in forma di tabella check-list (ogni passaggio è corredato da una chiara simbologia per guidare il professionista nella procedura).
All'interno della “Guida” sono analizzati anche i parametri dell'edificio di riferimento, ovvero dell'edificio che deve essere preso a modello per l'edificio da studiare (analogo per geometria, orientamento, ubicazione territoriale, destinazione d'uso e situazione al contorno).
Nella seconda parte della “Guida”, dedicata alla Certificazione energetica, sono riassunti gli obblighi di Legge per certificare gli edifici, in uno schema che ne comprende tutte le casistiche (per ristrutturazioni importanti, vendita, locazione, pubbliche amministrazioni, singole unità, ecc.).
Non manca lo “Schema per l'abilitazione”, ovvero la strada per diventare “Soggetti Certificatori” a seconda delle varie Regioni e i requisiti degli Organismi che possono svolgere i Corsi, nonché i loro contenuti minimi.
A conclusione della “Guida” un'utile descrizione degli attestati APE e AQE e un loro confronto.
La “Guida ANIT” è uno degli strumenti riservati e dedicati ai Soci ANIT, di grandissima utilità per permettere ai progettisti di applicare correttamente le Leggi vigenti senza incorrere in errori procedurali o di interpretazione vista la complessità (non solo burocratica!) del tema.


© RIPRODUZIONE RISERVATA