Dalle Associazioni

Confedilizia Treviso: i valori delle aree fabbricabili ai fini Imu sono fermi al 2007

Dall'indagine svolta da Confedilizia Treviso è emerso che in molti Comuni, per la determinazione del valore dei terreni sul quale calcolare l'imposta IMU, si considerano i valori delle delibere degli anni di maggior boom economico come il 2007.
Dopo l'incontro organizzato da Confedilizia Treviso lo scorso 25 febbraio, riservato ai responsabili delle amministrazioni comunali trevigiane, nel corso del quale sono stati chiaramente illustrati i problemi, le soluzioni e le opportunità relative alla corretta determinazione dei valori delle aree fabbricabili ai fini IMU, si è potuto appurare, con soddisfacimento, che alcune amministrazioni comunali stanno aggiornando i valori stessi.
“Diversi proprietari di aree fabbricabili in tutta la provincia di Treviso – spiega il dott. Carlo Garbuio, Responsabile Centro Studi di Confedilizia Treviso – si sono rivolti alla nostra organizzazione, trovando conferma sui dubbi, fino ad ora sollevati, relativi all'attendibilità dei valori minimi deliberati da alcune amministrazioni comunali e sulla corretta applicazione della legge. L'assistenza di Confedilizia Treviso è stata richiesta anche fuori provincia – continua Garbuio – a testimonianza di una fortissima richiesta dei proprietari di trasparenza, chiarezza e responsabilità in tutto il territorio nazionale”.
Confedilizia Treviso fornisce a tutti i propri associati, sia proprietari di aree, che amministrazioni comunali e tramite il proprio team di professionisti, il servizio di verifica dei valori delle aree fabbricabili e della relativa applicazione dell'imposta, nel pieno rispetto della legge.
Info: segreteria Confedilizia Treviso allo 0422/579703.


© RIPRODUZIONE RISERVATA