Dalle Associazioni

Dubbi sui valori delle aree ai fini Imu? Confedilizia Treviso propone una soluzione

Confedilizia Treviso interviene sulle aree edificabili, soggette all’Imu: «È un problema che interessa tutti i Comuni italiani che, purtroppo, in maniera troppo semplicistica,
esprimono valori che molto spesso non sono fondati e che quindi non possono rappresentare una base corretta ed equa per il calcolo dell' Inu. Il cittadino può opporsi; lo prevede la legge». Per Carlo Garbuio, responsabile dell'Ufficio Studi di Confedilizia Treviso «Il problema è molto più vasto di quel che si crede, perché coinvolge sia chi determina il valore, sia chi dovrebbe controllarne la fondatezza».
Il cittadino – continua Garbuio - può pagare l'IMU su un valore diverso e l'amministrazione può procedere ad accertamento, tutto è previsto dalla legge. «La legge è chiara, è equa ma non viene applicata – spiega Marcello Furlan, Presidente di
Confedilizia Treviso - i valori deliberati non vengono neppure aggiornati, abbiamo casi in cui sono costanti da più di dieci anni».
Il problema è quindi reale, chiaro e può essere risolto immediatamente e le amministrazioni comunali si stanno muovendo. «Confedilizia Treviso ha già programmato un evento unico in Italia riservato alle sole amministrazioni comunali – spiega Garbuio - in cui verranno illustrati gli aspetti legali, tecnici e pratici, saranno presentati gli studi e le attività svolte da Confedilizia Treviso, saranno discussi
problemi e responsabilità e verranno proposte soluzioni chiare ed eque. Nei prossimi giorni verrà definita la data ed il luogo dell'incontro. Intanto possono farci pervenire le preadesioni». Info: www.confediliziatreviso.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA