Dalle Associazioni

Convegno Anap, successo al debutto siciliano

Oltre ottanta amministratori condominiali al convegno-debutto dell’Anap(Associazione nazionale degli Amministratori Professionisti) in Sicilia. A fare gli onori di casa il coordinatore palermitano Andrea Dominici, supportato dal Presidente nazionale e fondatore Anap Paolo Caprasecca. Sotto la lente di ingrandimento la figura del gestore immobiliare e la sua evoluzione in un globale cambiamento di sistema che procede non senza problemi e defezioni.
Presenti anche l'assessore regionale alle infrastrutture Dott. Giovanni Pizzo e l'Onorevole Teresa Piccione della Camera dei Deputati, che hanno indirizzato ad Anap un plauso e incoraggiato la realizzazione di un percorso di crescita duraturo e integrato ai professionisti del territorio.
Il successo del convegno legato anche al numero dei partecipanti provenienti da tutta la Sicilia, si legge nel comunicato dell’Associazione, si deve al coordinatore di Anap Palermo Andrea Dominici che, insieme ad un team di stretti collaboratori, sta attivandosi per avviare nell'Isola un Centro Innovativo di tutoring, consulenza, coaching sul campo…un progetto che si discosti da quei modelli associativi in cui burocrazia e autoritarismo rallentano il ritmo delle attività e il raggiungimento degli obiettivi: «La formazione a Palermo risulta frammentaria ed espisodica– riferisce Dominici – occorre dare fiducia e forza ai colleghi amministratori che finiscono spesso col sentirsi soli nelle loro battaglie professionali e culturali. In Anap ho trovato il concetto di famiglia e di team working che in Sicilia è necessario se si vuol rivoluzionare lo stato delle cose».
Di strategie associative per la gestione degli immobili ha parlato il presidente Anap e vice presidente di Confassociazioni Paolo Caprasecca: «Risulta indispensabile per favorire la crescita qualitativa dei professionisti immobiliari giocare non da solisti ma in squadra, mettendo in rete competenze e saperi. Ci sono momenti in cui tutti dobbiamo indossare la maglia azzurra, la maglia della nazionale. O vinciamo tutti o non vince nessuno è il motto del nostro fare e della festa del 30 ottobre in cui celebreremo i dieci anni di storia Anap cui siete tutti invitati».
La riforma del condominio ha trasformato quello che fino a qualche anno era considerato lavoro extra e oggi è una professione a tutti gli effetti che richiede capacità di problem solving ed una formazione specifica. Il motore dell'Associazione è infatti rappresentato dal centro decisionale per la preparazione etica e deontologica. Massimo Balzani, responsabile della formazione Anap ha infatti ricordato ai presenti le costanti attività di formazione base e aggiornamento organizzate da Anap in tutta Italia, soffermandosi poi sulla comunicazione efficace. Il Responsabile dell'Ufficio Legale Massimo Cirilli è intervenuto sulle modalità di comunicazione degli atti civili e sui termini di convocazione assembleare. Non solo teoria ma consigli pratici con Roberta Debbi in merito all'utilizzo del servizio e programma software per gli amministratori immobiliari CEDHOUSE Suite; poi è stata la volta dell'Ing. Maurizio Madonia della TECNOMAD a proposito di sicurezza e di gestione del rischio durante i lavori in quota. Con il supporto delle slide sono stati illustrati dispositivi collettivi e individuali di tutela che l'amministratore immobiliare ha l'obbligo di adottare in caso di interventi sui tetti degli immobili.
Applausi nell'ultima parte del convegno per il gruppo dei coordinatori e collaboratori siciliani al completo: Andrea Dominici, Gianluca Macaluso di Caltanissetta, Roberto Caruso di Catania, Giacomo Majorana di Palermo e ANAP Giovani Sicilia rappresentati dal palermitano Daniele Cilano, Donato Bonura ed altri. Del Team catanese fa parte anche Loredana Dovile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA